Indice

Rete in Fibra a 5Gb/s: è realmente sfruttabile in casa?

Nel corso delle scorse settimane Iliad ha annunciato il suo arrivo nel mondo della telefonia fissa con una offerta che permette di navigare fino a 5Gb/s complessivi ma sono realmente sfruttabili in ambito domestico?

Il modem dell’operatore

https://www.altroconsumo.it/-/media/altroconsumo/images/home/hi%20tech/modem.jpg?rev=0a314fe5-74e4-42cd-ab9f-19c74d2a7597&mw=660&hash=36CDE2F2A041CBBAD5080B565F085F7D

Il primo collo di bottiglia, per sfruttare a pieno una Fibra 1Gbit/s, è il modem che vi fornisce il vostro operatore in quanto, nella maggior parte dei casi, non vi permetterà di raggiungere le potenziali velocità concesse dal vostro abbonamento.

Raggiungere velocità di 1Gbit/s, con cavo LAN, è fattibile ma la questione diventa impossibile in Wi-Fi.

Il 90% dei modem degli operatori riescono a raggiungere massimo 500Mb/s in Wi-Fi con una banda da 1Gbit/s, dunque un -50%. Analogo discorso vale per le connessioni a 2,5/5Gb/s

Sostanzialmente sfruttare a pieno 1Gbit/s col modem dell’operatore è possibile ma solo tramite cavo LAN ma qui entrano in gioco altri colli di bottiglia.

Le schede di rete dei device

https://guardacome.com/wp-content/uploads/2019/10/tarjeta-red-CON-INDICADORES-LED.jpg

Il collo di bottiglia successivo sono le schede di rete dei vostri dispositi cioè gli smartphone, Tablet, TV, PC che utilizzate quotidianamente.

Nella stragrande maggioranza dei casi non avrete tutti i dispositivi in grado di saturare 1Gb/s. Il problema è semplicemente l’hardware e solo dispositivi disponibili al massimo da due anni riescono a superare il muro del 1Gb/s.

Il modem libero

https://techprincess.it/wp-content/uploads/2021/08/modem-libero.jpg

Visto che il modem/router dell’operatore va obbligatoriamente cambiato bisogna affrontare un problema molto spinoso: il modem libero. In Italia è obbligatorio permettere al cliente di utilizzare un modem acquistato separatamente - 348/18/CONS (direttiva europea n. 2015/2120) - ma tra il dire è il fare c’è di mezzo il mare in quanto la configurazione è tutt’altro che user friendly.

Gli operatori chiedono l’apertura di una pratica, nell’quale vi saranno richiesti diversi dati tecnici del vostro modem. Superata la questione burocratica dovrete configurarvi manualmente il vostro modem/router. Per darvi una idea ecco qui le configurazioni messe a disposizione da Tim, Iliad e Fastweb tutt’altro che semplice.

Hardware di rete

https://www.storeh24.it/wp-content/uploads/2017/02/rete-lan.jpg

Fino a questo punto dell’articolo ho preso come riferimento solo il 1Gb/s in quanto, ammesso che il limite hardware dei dispositi che usate sia superato, il collo di bottiglia successivo è l’hardware di connessione

Considerando che il modem/router dell’operatore non arriva al 1Gbit/s in Wi-Fi, sarà necessario cambiarlo con una soluzione consumer ed è qui che arriva il collo di bottiglia sull’hardware di connessione in quanto in commercio esiste un solo router Asus che permette di collegare la fibra ed avere un Wi-Fi a 2,5Gbit/s c’è solo un piccolo problema il costo è di circa 430 euro.

https://cdn.optcore.net/wp-content/uploads/2017/11/GPON-ONU-SFP_550.jpg.webp

Inolte è necessario anche acquistare un adattatore che converta il cavo fibra lc alla presa SFP tale adattatore arriva massimo a 2,5Gb/s quindi i 5Gb/s sono comunque inarrivabili.

Cavi e Adattatori

https://linuxteaching.com/storage/img/images_4/ethernet_cable_definition.png

Supponiamo che tutti i problemi precedenti siano stati superati e che con l’hardware disponibile potete avere realmente una rete a 2,5Gb sia in wi-fi, sia via cavo LAN.

Purtroppo i colli di bottiglia non sono ancora finiti in quanto molti pc non integrano più porte Ethernet a grandezza standard ma si sta convergendo verso l’adozione dell’unica porta Type-C proprio per questo sarà necessario l’acquisto di un ulteriore adattatore che supporti la rete a 2,5Gb/s.

Questo è un punto abbastanza semplice da superare in quanto in commercio ne esistono tanti di adattatori di questo tipo ma i più commerciali sono quelli da 1Gb/s anche se da 2,5Gb/s iniziano ad essere più reperibili.

https://m.media-amazon.com/images/I/31F57NzWZhL.jpg

Inoltre dovrete anche comprare il cavo LAN giusto! Si perchè il semplice cavo lan recuperato dalla scatola del modem/router sarà massimo un cat 5e che supporta massimo 1Gb/s quindi se volete raggiungere i 2,5Gb/s sarà necessario acquistare un cavo almeno cat 6.

Ma tutta questa banda la riusciamo a sfruttare?

https://i.pinimg.com/originals/cc/0b/a6/cc0ba6d97079af61dccb5789efb6d6e4.gif

Se tutti i punti precedenti sono stati superati e quindi avete il modem giusto, il router giusto, il cavo giusto, il PC giusto cioè siete tra i pochi fortunati a poter realmente vedere uno speed test che segna i 2,5G o superiore sappiate che i colli di bottiglia non sono ancora finiti perchè il più grosso è il web stesso.

Vi sembrerà strano ma allo stato attuale avere una rete a 1Gb/s o 5Gb/s in anbiente domestico non cambia praticamente nulla in quanto la reale differenza la si nota se riuscire a trovare dei server in grado di inoltrarvi le informazioni alla velocità massima che potreste ottenere.

Per dirla in parole semplici difficilmente riuscirete a scaricare dati ad una velocità superiore ai 100MB/s che corrispondono, in linea teorica, al potenziale di una rete 1Gbit/s. Per saturare una connessione 2,5Gb/s/5Gb/s dovreste trovare un servizio/server in grado di raggiungere il vostro dispositivo a 230MB/s circa velocità praticamente irraggiungibili per qualsiasi portale/servizio online.

In linea teorica è possibile “costruire” server in grado di saturare una banda di questo tipo ma nell’uso reale ci si attesterebbe sempre tra i 35 e gli 80MB/s.

In questo momento storico nessuna azienda/servizio digitale ha l’esigenza di dotare server con schede di rete a 10Gb/s sia per una questione di costi che di reale utilità per questo si adottano soluzioni sul 1Gb/s.

Quindi 2,5Gb/s e 5Gb/s sono inutili?

https://openfiber.it/app/uploads/2019/11/tecnologie_FTTH_infografica_ftth-1024x396.jpg

Se avete letto con attenzione il paragrafo precedente avrete intuito che avere una 2,5/s o 5Gbit/s non porta a nessun reale vantaggio pratico se non riuscite ad annullare tutti i colli di bottiglia elencati.

Ci tengo comunque a specificare che questi due tipi di bande non sono completamente inutili in quanto rispetto al dividere una 1Gbit/s per tutti i dispositivi avere 2,5Gbit/s su un cavo, 1Gbit/s su un’altra LAN, 1Gbit/s su un terzo dispositivo cablato e 500Mb/s in Wi-Fi questo rende comunque interessante l’uso della 5Gb/s di Iliad.

Oggi ha senso correre dietro a reti superiori ad 1Gb/s?

https://www.positanonews.it/photogallery_new/images/2021/03/innovazione-sorrento-tra-i-comuni-candidati-alla-fibra-ultra-veloce-con-tecnologia-ftth-3312399.660x368.jpg

Risposta brutalmente onesta no! ma sfruttare al meglio una rete 5Gbit/s usando tutte le connessioni del modem/router è sicuramente fattibile anche se ci sono due ulteriori punti da tenere in considerazione:

  1. La maggior parte dei dispositivi che usiamo sono connessi in Wi-Fi quindi al massimo possono essere spinti a 2,5Gbit/s con un investimento sull’hardware di rete.
  2. Nella maggior parte dei casi gli operatori si limitano ad istallarvi il modem/router nel posto peggiore della vostra casa, forse addirittura dentro un mobiletto, questo vuol dire che difficilmente riuscirete a connettere i dispositivi principali via lan semplicemente per scomodità. Almeno che non eseguiate dei lavori ad hoc per cablare tutto il vostro appartamento ma anche qui si apre un piccolo problema in quanto sarà necessario installare diversi switch questo comunque comporta una divisione di 2,5Gbit/s su tutti i device collegati a quella lan.

In Conclusione che voi abbiate 1Gbit/s, 2,5Gbit/s o 5Gbit/s e abbiate strutturato bene la vostra casa, anche con un investimento sugli apparati di rete, sappiate che allo stato attuale difficilmente sfrutterete velocità superiori a 1Gbit/s proprio perchè il 95% dei dispositivi vengono utilizzati in Wi-Fi e quindi non arriverete mai oltre 1Gbit/s che sarà comunque condiviso con tutti gli altri device.

This is a personal tip!
Se noti problemi di connessione in WiFi, ma tramite cavo riesci comunque a navigare sul Gbit/s, potrebbe essere necessario cambiare il canale di trasmissione con l’applicazione WiFi Analyzer puoi scegliere il canale che va meno in conflitto con le reti in prossimità della tua questo migliorerà sensibilmente le prestazioni del tuo WiFi!😁😁